NORMATIVA EN 14502-1 2017-12-22T16:23:43+00:00

NORMATIVA EN 14502-1

La cesta è conforme alla normativa UNI EN 14502-1 ratificata dal presidente dell’UNI ed è entrata a far parte del corpo normativo italiano il 17/11/2005. La norma disciplina la progettazione e la fabbricazione della attrezzature per il sollevamento di persone in particolare la parte prima, che analizza i cestelli sospesi agli apparecchi di sollevamento.
La sigla EN identifica le norme elaborate dal CEN. Le norme EN devono essere obbligatoriamente recepite dai paesi membri CEN e la loro sigla di riferimento diventa, nel caso dell’Italia, EN. Queste norme servono ad uniformare la normativa tecnica in tutta l’Europa, quindi non è consentita l’esistenza, a livello nazionale, di norme che non siano in armonia con il loro contenuto.
Le principali caratteristiche imposte dalla normative che distinguono la cesta sono:
– attacchi dei dispositivi di ritenuta personale
– spazio vitale superiore a 1 mq
– fondo lamiera bugnata antiscivolo
– pannelli laterali dall’altezza di 1m con corrimano all’interno della cesta per evitare, in caso di urto che l’operatore schiacci le dita
– progettazione per resistere a sovraccarichi che superano sei volte la portata
– conformità alla norma UNI 13586 ratificata dal Presidente Uni con delibera del 05/04/2005 che regoli gli accessi alla postazione mediante scala.

Art. 4 dlgs 359/99
La manovra di sollevamento o abbassamento di persone mediante gru deve essere presa in considerazione solo in circostanze eccezionali, per esempio, quando non è possibile ottenere un accesso al punto desiderato con mezzi meno pericolosi, ovvero un caso di emergenza.

Equipaggiamento della gru
La gru dovrà essere equipaggiata con:
– limitatore di prestazioni (carico e momento)
– freno automatico, tale che quando i controlli sono rilasciati, il
funzionamento si arresti (controllata ad uomo presente)
– discesa solo a motore innestato
– fine corsa dei movimenti gru.

Procedure speciali per il sollevamento e trasporto di persone
Le seguenti procedure speciali dovrebbero essere seguite quando vengono sollevate persone.
– la persona specificatamente responsabile della supervisione del lavoro da compiere, determina il modo meno pericoloso perseguire il lavoro;
– la persona responsabile ha il compito di descrivere l’operazione ed i suoi tempi di attuazione;
– la relazione una volta approvata dal responsabile sarà conservata agli atti del piano di sicurezza;
– il sollevamento ed il mantenimento in quota devono essere fatti in sicurezza sotto la direzione di una persona appositamente designata;
– una riunione in presenza del gruista, del preposto e del personale che deve essere sollevato e mantenuto in quota ed i supervisori responsabili del settore, deve essere tenuta per analizzare le procedure che devono essere seguite;
– Il gruista ed il preposto dovranno effettuare una prova di sollevamento con una massa equivalente a quella che deve essere sollevata, applicata alla piattaforma o alla gabbia per verificarne il funzionamento;
– la comunicazione tra il gruista, il preposto ed i lavoratori che sono sollevati devono essere sempre mantenute;
– quando dal personale della piattaforma o del cestello deve essere eseguita una saldatura, l’elettrodo sostenuto dovrà essere protetto dal contatto con i componenti metallici della piattaforma o della gabbia;
– il personale sollevato o in stazionamento dovrà usare cinture di sicurezza collegate a punti di aggancio predisposti;
– Il movimento della piattaforma di lavoro che trasporta il personale dovrà essere fatto in maniera cauta e controllata senza movimenti bruschi della gru o della piattaforma di lavoro; (la velocità di salita e di discesa non deve superare 0,5 m/s)
– l’uso come gru non deve essere possibile mentre il personale è sulla piattaforma o gabbia;
– il personale che viene sollevato e/o già in posizione, dovrà rimanere in contatto visivo e /o in comunicazione con l’operatore o il segnalatore;
– la massa totale del carico sospeso (personale incluso) dovrà essere inferiore al 50% della portata nominale della gru nelle normali condizioni d’uso. Per tanto la portata non deve essere inferiore a 1000 kg.;
– la gru deve avere una portata nominale di 1000 kg. Le piattaforme di sostegno del personale devono essere usate solo per il personale, le loro attrezzature e, per materiale sufficiente ad effettuare il loro lavoro. Il personale deve mantenere tutte le parti del corpo all’interno della piattaforma sospesa durante il sollevamento, l’abbassamento e il posizionamento;
– il personale non può sostare o lavorare sul corrimano o sul fermapiedi della piattaforma sospesa;
– la piattaforma di lavoro non dovrebbe essere usata in presenza di vento ed in ogni caso per venti superiore a 7m/s o in presenza di tempo perturbato, neve, ghiaccio, nevischio o altre condizioni di tempo
avverso i cui effetti possono incidere sulla sicurezza del personale.
– il personale a bordo dovrà essere provvisto di sistemi di evacuazione in condizioni di emergenza.
– dopo l’agganciamento della piattaforma e prima che il personale possa
compiere qualsiasi lavoro, dovranno essere provati tutti i dispositivi di sicurezza.

Vincoli di installazione
È assolutamente vietato sollevare qualsiasi tipo di cesta sollevabile senza utilizzare tutti i ganci di sollevamento ad esso applicati; gli accessori di sollevamento flessibili possono essere delle funi di acciaio conformi alla EN 13414-1 oppure catene conformi alla EN 818-4 aventi un fattore di sicurezza di almeno:
8x (peso cestone + portata) per le catene
10x (peso cestone + portata) per le funi di acciaio incluse le parti finali di aggancio.
Questi accessori di sollevamento devono avere una lunghezza uguale o superiore a 2 mt. La gru deve avere una portata nominale di almeno Kg 1000.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.ispesl.it